Le due Torri: panorami dall'alto

Le due Torri, la Asinelli e la Garisenda, sono uno dei simboli più caratteristici di Bologna e rappresentano il passato medievale della città. E' possibile salire in cima alla Asinelli per godere di panorami mozzafiato.


Stadio Dall'Ara

Lo Stadio "Renato Dall'Ara" è il più grande complesso sportivo di Bologna, è Lo stadio della città ed al suo interno, oltre al regolare campo da calcio, ospita diverse palestre. E' intitolato alla memoria di Renato Dall'Ara, onoratissimo e storico presidente del Bologna.


Palazzo d'Accursio

Palazzo d'Accursio si affaccia su Piazza Maggiore e ospita la sede del municipio di Bologna. Si tratta dell'unione di diversi edifici fusi tra loro durante il corso dei secoli. Inizialmente era abitato dal giurista bolognese Francesco Accursio e successivamente è stato trasformato in sede del Consiglio degli Anziani, il senato cittadino.


Scorci del Canale delle Moline

La vista del canale delle Moline, sublimata dalla finestrella che vi si affaccia in via Piella, è una delle più suggestive della città e rivela ai più il legame fortissimo che Bologna ha con l'acqua.


Chiesa di San Bartolomeo e Gaetano

La storia vuole che la chiesa di San Bartolomeo e Gaetano, che affaccia su strada Maggiore, sia stata eretta nientemeno che da san Petronio sulle fondamenta di una chiesa paleocristiana.


Chiesa di San Pietro

La Cattedrale di San Pietro si trova in pieno centro su via dell'Indipendenza. Si tratta della cattedrale metropolitana di Bologna. Qui ha sede la Cattedra dell'Arcivescovo di Bologna e Metropolita della Provincia Ecclesiastica Bolognese. E' Famosa per il suo campanile che contiene "la nonna", una campana da 33 quintali.


Via dell'Osservanza fino a Villa Aldini

Via Dell'Osservanza, una trasversale di Via San Mamolo, rimane una delle vie più panoramiche e mozzafiato di Bologna. Questa strada si arrampica sui primi colli emiliani fino a raggiungere e superare la splendida Villa Aldini, costruita da Antonio Aldini per il suo imperatore: Napoleone Bonaparte. Il quale però non vi mise mai piede!


Il Quartiere Santo Stefano

Per delimitare il Quartiere Santo Stefano basta relativamente poco: è il quartiere di Piazza Santo Stefano, della chiesa di San Giovanni in Monte, del complesso del Baraccano, di Palazzo Scardovi, dell'Archiginnasio, di via Orfeo, via dè Coltelli e di via Rialto


San Luca e il portico più lungo del mondo

Ecco il portico che conduce al santuario mariano della Madonna di San Luca. Percorrendo i suoi quasi 4 chilometri ed i suoi 666 archi (numero diabolico) si ha la sensazione di un'ascesa al cielo, comunque una depurazione, tenendo conto anche del movimento fisico necessario per raggiungere la vetta, dove si trova l'edificio religioso.


Bologna: architetture contemporanee

Ecco gli scorci di una Bologna quasi irriconoscibile: una città che niente ha a che vedere con il respiro medioevale del centro, un nuovo approccio costruttivo che si avvicina maggiormente e ricorda le architetture di megalopoli quali Milano o Londra.


Monografia sul Nettuno

Nettuno rappresenta il dio delle acque e fu posto davanti all'ingresso di Palazzo Re Enzo nel 1566. La statua lo raffigura nell'atto di calmare le acque marine, intorno a lui vi sono quattro putti coi delfini e quattro bellissime sirene. La statua pesa 22 quintali ed è alta 3,20 metri. I Bolognesi lo chiamano "Il Gigante"


Bologna la... bianca

Gli scorci più suggestivi di una Bologna in versione invernale sotto una candida coltre di neve.


L'Archiginnasio

Il palazzo è strutturato su due piani con porticata anteriore e corte interna che ingloba l'ex chiesa di Santa Maria dei Bulgari. Il piano superiore conteneva le sale di studio dei legisti (studenti di giurisprudenza) e degli artisti (studenti di altre materie.


Basilica di San Petronio

San Petronio è, per dimensioni, la quinta chiesa più grande del mondo. Si erge nella sua maestosità di fronte a Piazza Maggiore e porta il nome del Santo patrono della città.


Chiesa del Santissimo Salvatore

La Chiesa del Santissimo Salvatore si trova all'incrocio tra via Cesare Battisti e via Porta Nuova. E' una espressione architettonica del clima della controriforma e preannuncia lo stile Barocco. Fu realizzata su progetto del frate barnabita Giovanni Ambrogio Magenta.


Biblioteca Sala Borsa

Sala Borsa è una biblioteca multimediale che si affaccia su Piazza del Nettuno. Raccoglie e documenta la cultura contemporanea attraverso diversi documenti come libri, giornali, riviste, banche dati, video, cd audio, cd-rom, mappe.


Villa Spada

Villa Spada fu costruita nel Settecento da Giovanni Battista Martinetti, commissionata da Jacopo Zambeccari. Nel secondo dopoguerra fu acquistata dal Comune di Bologna che l'ha trasformata in uno dei parchi più frequentati della città. La villa ospita al suo interno lo splendido Museo della Tappezzeria.


Chiesa dei Servi

E' una delle più belle basiliche della città, all'esterno si trova un quadriportico sostenuto da sottili e chiare colonnette marmoree. La chiesa è formata da tre navate e fu fondata nel 1386.


Chiesa di San Giacomo Maggiore

San Giacomo Maggiore, consacrata a Giacomo apostolo, il fratello di Giovanni, è una delle chiese che conserva più tesori artistici a Bologna


I giardini Margherita

I Giardini Margherita sono il principale parco urbano di Bologna, un polmone verde che si trova ai piedi dei colli e che porta il nome della Regina Margherita, che nel 1878 visitò la città. Oltre ad una grande varietà di alberi qui si possono trovare i resti ben conservati di una antichissima necropoli etrusca.


Le nobili stanze: un percorso lungo le più belle residenze private bolognesi

In tempi recenti città rossa per eccellenza, Bologna è stata in passato sede di famiglie nobiliari e casati illustri. La loro presenza, oltre che dalla nutrita storiografia e dalle ricche collezioni d’arte che portano il loro nome (la raccolta Davia Bargellini, ad esempio, o il Parco Sampieri-Talòn) è testimoniata anche dagli splendidi palazzi, costruiti a partire dal Medioevo fino ad arrivare all’epoca Napoleonica.


Jingle Bologna

Bologna By Night, monumenti e strade animati dalle luci delle festività Natalizie.


Basilica di Santo Stefano

La Basilica di Santo Stefano, chiamata anche delle "Sette Chiese", è un complesso monumentale formato da diversi edifici sacri di epoche differenti. Per la sua particolarissima conformazione e per la sua magica e misteriosa bellezza è sicuramente un esempio artistico e religioso unico al mondo.


Palazzo Davia Bargellini

Il Palazzo Davia Bargellini, commissionato da Camillo Bargellini, è uno dei maggiori edifici civili di Bologna per mole e nobiltà d’impianto. Sorge in Strada Maggiore e ospita al suo interno il Museo civico d'arte industriale e la Galleria Davia Bargellini.


Giardini di casa Carducci

Il Monumento in stile Liberty dedicato a Giosuè Carducci si trova in questo giardino appartenuto al famoso poeta e fu eseguito da Leonardo Bistolfi durante l'arco di quasi vent'anni, fu infatti terminato nel 1927.


Basilica di San Domenico

San Domenico, sede principale dell'ordine Domenicano, è una delle chiese più suggestive e importanti di Bologna. Nella Basilica, all'interno dell'Arca di San Domenico (opera di Nicola Pisano, Arnolfo di Cambio e con alcuni contributi di Niccolò dell'Arca e di Michelangelo), sono conservati i resti di San Domenico, fondatore dell'ordine religioso dei Frati Predicatori.


Basilica di San Francesco

Una delle più "scenografiche" chiese di Bologna, dedicata a San Francesco d'Assisi. L'edificio,che risale al 1200, pur rimanendo nella facciata legato all'architettura romanica, mostra contemporaneamente chiari richiami all'architettura gotica. Nel giardino circostante si trovano le bellissime tombe dei Glossatori.


Chiesa di San Gregorio e San Siro

La costruzione di questa chiesa è alquanto travagliata: sorta su un terreno espropriato dalla famiglia Bentivoglio a quella dei Ghisilieri, fu eretta nel 1533 ed ora ospita al suo interno le spoglie del celebre scienziato e medico Marcello Malpighi.


 
 
I nostri Partner

Bologna Fondazione Alma Mater